Tronos Digital - Distribuzione digitale per artisti ed etichette Home

Cambiare Musica

Cambiare Musica
CAMBIARE MUSICA
Studio economico e linee d’azione per lo sviluppo dell’industria musicale in Sardegna.
Il progetto “‘Cambiare Musica” si propone di contribuire a delineare in modo realistico”futuri” possibili della produzione, esecuzione e distribuzione musicale affinché esse – in tutte le loro articolazioni – siano alla base di concrete catene di valore, attraverso le quali sviluppare produzione e lavoro, anche in Sardegna.
L’obiettivo generale è quello di immaginare l’isola di domani come un “ecosistema creativo” che metta al centro dell’attenzione la sostenibile industria musicale, capace di valorizzare le migliori caratteristiche “consistenti” del patrimonio, sintetizzandole in un piano produttivo contemporaneo adeguato all’evoluzione digitale del settore e fortemente orientato ai più dinamici mercati per divenire una piattaforma ospitale, sia materiale che immateriale, all’avanguardia.
Il percorso verso l’obiettivo assume anche un valore sociale di ricostruzione della società locale, dello spirito comunitario poiché richiede partecipazione e condivisione del modello, del progetto e delle tappe di avvicinamento agli obiettivi.
Decidere come e cosa conservare dell’esistente e interrogarsi sulle traiettorie future, anche nella musica, per liberare e re-indirizzare il potenziale sopravvissuto verso il domani.
La base di partenza del lavoro è l’analisi comparata del settore musicale nel mondo, in Italia e in Sardegna, con particolare attenzione alle sue dimensioni e caratteristiche peculiari.
Tra queste, la valutazione d’impatto nell’ambito di riferimento, le dimensioni della produzione e degli addetti, le relazioni intersettoriali e gli effetti del fattore moltiplicativo del valore aggiunto nominale.
Vengono delineate le trasformazioni e le tendenze in atto dei mercati di riferimento cosi da attualizzare in chiave prospettica l’interpretazione della filiera dell’industria musicale, e dedicati specifici focus alle nuove professionalità emergenti nel settore, anche nella dimensione export, alle best practice internazionali di sostegno e di promozione del settore musicale e alle opportunità di finanziamento europee.

 

 

INTRODUZIONE
Il settore musicale in Sardegna è costituito da un articolato insieme di centinaia di enti, associazioni, imprese, volontari e professionisti che esercitano la propria attività generando un’economia – profit e non – che, nonostante la crisi, continua a resistere.

Le risorse pubbliche, in diverse forme, contribuiscono sostanzialmente a sostenere il settore sia per le valenze culturali e di spettacolo, sia come elemento di attrazione turistica, sia nella sua funzione sociale. Tale sostegno assume tipicamente una funzione ambivalente: da un lato assicura una dimensione quantitativa e qualitativa che la domanda del mercato della Sardegna non potrebbe, da sola, sorreggere; dall’altro rallenta in molti casi, a monte, l’evoluzione del settore proprio verso il mercato.
Conseguentemente il settore non è riuscito, ad oggi, ad esprimere tutte le potenzialità produttive che le sue caratteristiche endogene, e la stessa tendenza nazionale ed internazionale,
consentirebbero. Il comparto necessita, viceversa, di un’accelerazione capace di valorizzarne il valore storico e identitario, insieme alle competenze e le professionalità che, negli ultimi decenni, sono state in grado di produrre numerosi risultati di interesse.
Occorre un percorso orientato ad una progressiva, sempre migliore, autonomia economica e finanziaria attraverso l’ottimizzazione delle risorse regionali e la ricerca di risorse europee.
Ma, soprattutto, sotto il profilo generale, una maggiore attenzione verso i mercati internazionali più vivaci, rispetto ai quali la distribuzione digitale ha eliminato le vecchie barriere geografiche che costituivano storicamente un ostacolo all'”ex-port” musicale.
(Font: Dal libro Cambiare Musica – Associazione Culturale Tàjrà)

9 agosto 2022 Senza categoria